SU ARTI ALCHEMICHE

Gli alchimisti erano, sono e saranno soprattutto artisti, artisti non solo per le arti grafiche profondamente simboliche ma anche per tutti gli aspetti delle loro pratiche, poiché per essere un alchimista, se non si è creativo, non si sarà in grado di comprenderne i segreti in profondità, i segreti  della creazione universale di cui facciamo parte. E come disse A. Jodorowsky: “un’arte che non è destinata a guarire non è arte”. L’alchimia è l’arte dei filosofi e studiosi della trasmutazione degli elementi sul piano fisico, mentale e spirituale. La chiave è decifrare i segreti della trasmutazione e realizzarli da se stessi a tutti i livelli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Arte Alchemica che propongo è un sistema di guarigione completa, del corpo, della mente, delle emozioni e dell’anima. Poiché Tutto è Uno e tutto è profondamente correlato. I pensieri generano emozioni e le emozioni generano sostanze chimiche che causano disagio o benessere a livello fisico, così come la cattiva chimica del cibo colpisce prima il corpo e poi il nostro temperamento e le nostre emozioni. Il lavoro dell’alchimia è riconoscere la nostra ombra chiamata NIGREDO, riconoscendola in tutti questi aspetti, per poi permettere l’illuminazione del percorso verso la guarigione, ALBEDO per raggiungere finalmente la coscienza e guarigione totale, RUBEDO. Ed è solo allora che si ottiene  l’oro vero, ma non l’oro volgare, bensì l’oro filosofico, l’oro che brilla dentro di noi. In alchimia questo concetto è molto chiaro. Dentro di noi si trova la pietra filosofale, la pietra nascosta, la chiave della saggezza totale e dell’immortalità.

VITRIOLO. Visita interiore terrae rectificando invenies occultum lapidem. (Visita l’interno della terra, agendo con rettitudine, troverai la pietra nascosta).
(Questo argomento è trattato nei corsi di Alchimia Mentale).